Conservazione della carne di pollo

La parola “pollame” viene utilizzata come nome collettivo per indicare l’insieme di quegli uccelli domestici che vengono sfruttati per la produzione di uova, carne o piume, come ad esempio il pollo, l’oca e l’anatra. Questo tipo di carne è particolarmente adatta per chi vuole seguire una dieta bilanciata in quanto fornisce molti nutrienti importanti, come proteine di alta qualità, vitamine e minerali. Essendo una carne molto delicata, una volta acquistata, dovrebbe essere portata immediatamente a casa, idealmente in una borsa frigo. Fai particolare attenzione alla data di scadenza quando la comperi o, se congelata, alla data di consumo consigliata.

Conserva la carne di pollame fresca sopra una griglia o in un piatto e coprila con della carta stagnola o della carta per alimenti. Può essere tenuta in frigo per un giorno al massimo o fino a sei giorni in uno scomparto BioFresh. Utilizzare una griglia assicura che la carne non stia nei propri succhi. Sottovuoto può essere mantenuta in freezer a -18°C fino a sei mesi.

Importante: per prevenire la diffusione della salmonella, devi sempre scongelare il pollo in frigo sopra una griglia per il drenaggio dei succhi, adagiata su un piatto fondo. In seguito, elimina con cura l’acqua e lava la carne sotto acqua corrente fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *